“Zuccherificio Eridania”

Il progetto fotografico al quale ho dato il titolo “Zuccherificio Eridania” è un progetto legato alla memoria storica della città di Parma. Il titolo viene dal nome dello stabilimento che esisteva precedentemente al suo restauro ed utilizzo attuale come Auditorium Paganini.

Le fotografie sono state scattate nel 1999 . Una serie di immagini non di denuncia, piuttosto di ricerca dell’estetica nell’abbandono di un luogo.

All’interno di questo lavoro si possono trovare alcuni temi che mi sono cari, come la fotografia del “verde” che, stampato in bianco e nero trovo affascinante, e che ho sviluppato anche nel lavoro “Verde que te quieto verde”, o il tema del limite, giocato sul limite di quello che è la nostra conoscenza e che si può trovare nelle serie “Le Colonne d’Ercole”,  “Labyrinthos”, “Appena prima di…” e “Limen”, dove è inserita l’immagine delle tre porte nere che fa parte anche di questo progetto. Di questa immagine ha parlato anche Antonella Anedda nel libro “La vita dei dettagli” dicendo: ”…ricordo una foto con tre porte cieche, su di una lunga banchina di cespuglio. È quanto di più simile alla Trinità io abbia visto…”.